Il manuale della qualità


3 TERMINI E DEFINIZIONI
Nel presente Manuale si applica la terminologia delle norme UNI EN ISO 9000:2005 e EN 9100:2009.


3.1 RISCHIO
Situazione o condizione indesiderata che abbia sia una probabilità di accadere sia una conseguenza potenzialmente negativa.

3.2 REQUISITI SPECIALI
Requisiti, identificati dal cliente o determinati dall’organizzazione, il cui soddisfacimento è ad alto livello di rischio, e che quindi devono essere inclusi nel processo di gestione dei rischi. I fattori considerati nella determinazione dei requisiti speciali comprendono la complessità del prodotto e del processo, l’esperienza passata e la maturità del prodotto o del processo. Esempi di requisiti speciali sono requisiti di prestazione richiesti dal cliente che sono al limite delle proprie capacità tecniche o di processo.

3.3 ELEMENTI CRITICI
Elementi (esempio funzioni, software, caratteristiche, processi) con effetto significativo sulla realizzazione e sull’utilizzo del prodotto, comprendono sicurezza, prestazioni, forma, installabilità e funzionalità, producibilità, vita operativa, ecc che richiedono azioni specifiche per assicurarne la corretta gestione. Esempi di elementi critici sono gli elementi critici oer la sicurezza, gli elementi critici per la frattura, gli elementi critici per la missione, le caratteristiche chiave, ecc.

3.4 CARATTERISTICA CHIAVE
Attributo o caratteristica la cui variazione eserciti una significativa influenza su forma, installabilità e funzionalità, prestazioni, vita operativa o producibilità e che richieda azioni specifiche per tenere sotto controllo la variazione.

 

Home Il manuale della qualità

Condividi

primi sui motori con e-max.it

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di piu o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la privacy policy.

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information